La gestione degli adempimenti dichiarativi INTRASTAT può assumere particolare rilevanza e complessità per le Agenzie Viaggi in relazione alle diverse tipologie di operazioni svolte.

E’ infatti necessario distinguere innanzitutto tra:

- la vendita di prodotti e servizi turistici,

- le provvigioni derivanti dall’attività di intermediazione nella vendita dei prodotti e servizi turistici;

con le conseguenze che derivano dall’inquadramento ai fini IVA di queste operazioni: cioè se le stesse rientrano nella gestione IVA “ordinaria” rispetto alla gestione IVA “74ter”.

Come noto, infatti, le agenzie viaggi possono svolgere operazioni da inquadrare nel regime speciale IVA di cui all’art 74ter del DPR 633/1972 (tipicamente: vendita di pacchetti turistici e servizi singoli “preacquisiti” intendendo con questo termine i servizi acquisiti nella disponibilità dell’agenzia viaggi prima della richiesta del cliente), ma anche operazioni da inquadrare nel regime ordinario IVA (tipicamente: vendita di servizi singoli, quali biglietteria, escursioni, ecc. a seguito di richiesta del cliente, quindi non preacquisiti, oppure attività di intermediazione).

Punto di riferimento per l’analisi degli adempimenti INTRASTAT sono i chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate con la circolare 21/06/2010 n. 36/E.

Primo fondamentale chiarimento: la vendita di pacchetti e servizi turistici, rientranti nel regime speciale “74ter”, essendo servizi che seguono il principio di imponibilità IVA nel Paese del prestatore (cioè l’agenzia viaggi che organizza o che rivende il pacchetto turistico in questione), non devono essere inseriti negli elenchi Intrastat. Di conseguenza se l’agenzia viaggi vende o acquista un pacchetto turistico o un servizio singolo prima della richiesta del cliente (quindi preacquisito) NON deve essere compilata la dichiarazione Intrastat.

Diversa, e più articolata, la casistica in relazione ai servizi rientranti nel regime IVA ordinario.

Nel caso di vendita di servizi singoli NON preacquisiti a operatori economici UE, vale il concetto che la fornitura di tali servizi (ad esempio hotel oppure volo) costituisce attività di intermediazione. Segue quindi la regola generale di territorialità (art. 7-ter) e va inserita negli elenchi riepilogativi Intrastat dei servizi.

Nel caso di acquisto, invece, nella maggior parte dei casi entra in gioco la deroga ai fini della territorialità prevista dagli artt. 7-quater e 7-quinquies del DPR 633/1972. Di conseguenza qualora si tratti di servizi di volo (o genericamente prestazioni di trasporto passeggeri), hotel (servizi di alloggio nel settore alberghiero o in settori con funzioni analoghe, compresi campeggi o campi vacanza), ristorazione e catering, locazione di mezzi di trasporto, attività culturali, artistiche, sportive, educative, ricreative, questi non devono essere inclusi negli elenchi Intrastat proprio perché oggetto di esplicita deroga.

Diverso il caso di tutti gli altri tipi di servizi singoli, compresa l’intermediazione nella vendita degli stessi: in questa fattispecie è applicabile il generico art. 7-ter del DPR 633/1972 e conseguentemente dovranno essere compilate le dichiarazioni INTRASTAT relative.

Attenzione: come da regola generale in materia Intrastat (art. 50 c.6 D.L. 331/1993), non devono essere inserite nella dichiarazione le fatture per le quali non è dovuta l’imposta nello Stato membro in cui è stabilito il committente, nè quelle ricevute da un operatore residente da parte di un prestatore comunitario per le quali non è dovuta l’imposta in Italia.

Altra particolarità: la regola generale è applicabile anche nel caso di intermediazione relativa a quei servizi oggetto di deroga di cui agli artt. 7-quater e 7-quinquies, questo in quanto l’attività di intermediazione nella vendita degli stessi non ha alcuna relazione concreta ed effettiva con il servizio stesso.

Possiamo quindi proporre una tabella riepilogativa degli adempimenti ai fini Intrastat per le agenzie viaggi, a seconda dei diversi tipi di operazioni svolte:

TIPOLOGIA PRODOTTO INTRASTAT RIFERIMENTO

 IVA

VENDITA PACCHETTO TURISTICO PACCHETTO TURISTICO NO art. 74TER
SERVIZIO SINGOLO PREACQUISITO NO art. 74TER
NON PREACQUISITO SI ORDINARIO: F.C. ART. 7-TER
INTERMEDIAZIONE PROVVIGIONI, DIRITTI, FEE SI ORDINARIO: F.C. ART. 7-TER
ACQUISTO PACCHETTO TURISTICO PACCHETTO TURISTICO NO art. 74TER
SERVIZIO SINGOLO PREACQUISITO (hotel, volo, traghetto, crociera) NO art. 74TER
NON PREACQUISITO (hotel, volo, traghetto, crociera, noleggio auto) NO ORDINARIO: F.C. ART. 7-QUATER
NON PREACQUISITO (manifestazioni culturali, artistiche, sportive, educative, fiere, prestazioni accessorie) NO ORDINARIO: F.C. ART. 7-QUINQUIES
ALTRI SERVIZI SINGOLI NON PREACQUISITI DIVERSI DAI PRECEDENTI SI ORDINARIO: F.C. ART. 7-TER
INTERMEDIAZIONE PROVVIGIONI, DIRITTI, FEE SI ORDINARIO: F.C. ART. 7-TER

Per maggiori informazioni e chiarimenti: Giulio Benedetti - Studio Benedetti Dottori Commercialisti - www.studiobenedetti.eu

Riproduzione Riservata

 

 

Devi essere registrato per continuare a leggere l'articolo

Visita la pagina di iscrizione per maggiori informazioni